DopoCresima

Gruppo “Dopocresima e oltre” (Le Creaturine)

Ieri (la storia)
Il gruppo era nato già prima dell’arrivo di Don Andrea in parrocchia, i ragazzi che avevano fatto la Cresima si trovavano di tanto in tanto, guidati da alcuni ragazzi più grandi tra cui Debora e Franco, per passare un po’ di tempo insieme. Uno dei “compiti”, che il gruppetto si era dato, era quello di preparare il regalino che veniva dato a tutti i partecipanti alla S. Messa di Natale (consuetudine che poi è rimasta a Sant’Andrea fino ad oggi). Chi ancora oggi fa parte del gruppo racconta che l’impulso a rendere più regolari gli incontri del dopocresima fu dato da Don Andrea, che poco dopo il suo arrivo, nel settembre 2000, propose ai ragazzi che facevano parte del gruppo di partecipare ad un campo scuola, organizzato in collaborazione con altre due Parrocchie (S. Maria a Sesto F.no e S. Maria alla Romola). Fu un’esperienza fantastica per tutti, ragazzi più piccoli e animatori un po’ più grandicelli, tanto che il campo scuola fu replicato negli anni. A questo poi si aggiunse l’idea di organizzare un breve campo scuola per i bambini delle elementari, ai quali poter passere l’entusiasmo e il piacere di stare insieme 24 su 24, e anche questo appuntamento diventò per qualche anno una consuetudine.

Oggi
Il tempo passa il gruppo si evolve e cambia: c’è chi se ne allontana, c’è chi si dedica ad altro in parrocchia, ma c’è anche chi arriva, pieno di voglia di fare, e chi resta e cerca di trovare sempre nuove occasioni di incontro.
Oggi il gruppo, ormai soprannominato da Don Andrea “Le Creaturine”, è composto da una quindicina di persone circa, ma è un gruppo aperto a chiunque voglia inserirsi, magari venire una volta, guardare di cosa si tratta e poi scegliere se continuare a venire o no. Non ci sono limiti di età (o quasi), dall’età della Cresima in poi. Il gruppo si incontra ogni quindici giorni in parrocchia, verso le 19.30-20 per condividere la cena, che generalmente Franco e Saverio allestiscono per noi (col contributo nascosto ma essenziale di Nunziatina e Laura) e che si arricchisce sempre di qualche dolcetto portato dai ragazzi. Il dopocena è forse la parte più significativa, ma vi assicuro che già la condivisione del pasto dà a questo gruppo un carattere particolare: in quella stanza, spesso riscaldata dal focolare intorno al quale tutte le ragazze si accalcano, e dal vapore del pentolone della pasta che bolle, ci si sente a casa, in una “famiglia” (che si aggiunge alla propria) fatta da ragazzi giovani e giovanissimi, da qualche fratello/sorella maggiore e ovviamente da Don Andrea, che ci tiene così tanto da non mancare mai, nonostante i suoi tanti impegni.
Prima di iniziare a mangiare si fa un cerchio e chi vuole dice una preghiera. Durante la cena si chiacchera, ci si racconta, ci si confronta, si chiedono consigli.
Un paio di volte l’anno, a settembre e a gennaio, ci mettiamo intorno al tavolo e decidiamo le date degli incontri, cercando di rispettare gli impegni di tutti, poi decidiamo cosa vogliamo fare insieme: di cosa parlare, chi invitare, se guardare un film o partecipare ad un evento. Dopocena si parla, si ascolta, ci tenta di allargare un po’ gli orizzonti (culturali, temporali e non solo), ci facciamo guidare da Don Andrea alla scoperta di noi stessi e dei nostri sogni presenti e futuri. In questi ultimi due anni abbiamo trattato temi come l’informazione sui quotidiani, la fede, l’amore, ………………….., visto film come Wall-E e The Social Network, indagato su alcune vittime di mafia, presentato libri significativi, ascoltato musica insieme, incontrato un gruppo di Scout…….
Durante l’anno scorso è nato il desiderio di riprendere l’esperienza del campo scuola per i bambini, che era stata abbandonata per un po’, e così abbiamo organizzato, attraverso un lavoro molto “artigianale” e curato, cinque giorni di convivenza tra giovani tra i 15 e i 30 anni e bambini dell’elementari e delle medie; ospiti di una struttura parrocchiale a Tignanello e ben nutriti dal cuoco Paolo e vari aiutanti, abbiamo passato giornate davvero piacevoli e significative.

Domani
Il gruppo ha voglia di andare avanti. Come? Dove? La strada già percorsa ci dà qualche idea, poi la direzione la deciderà chi continuerà o entrerà a farne parte. Sicuramente questi oltre dieci anni di presenza del gruppo in parrocchia sono una certezza.

E temi che abbiamo deciso di trattare sono:
1- Eutanasia, Aborto e Cellule Staminali
2- Fede, Pontificato di Papa Francesco e Concetto di Comunità
3- Diritti Umani e Violenza Sulle Donne, Femminicidio, Rapporto tra Maschi e Femmine, ed a Grandissima Richiesta, TECNICHE DI BACCAGLIAMENTO
4- Responsabilità e Valori
5- Integrazione nelle Scuole ,discriminazione del Diverso, Bullismo
6- Etica dello Sport, Violenza negli Stadi
7- Patologie del Tempo Presente, la storia dal 68′, inquinamento e Mafie.

Riferimento:
Saverio
Sara